domenica 10 gennaio 2016

Recensione: I SEGRETI DI BROKEBACK MOUNTAIN (Gente del Wyoming), di Annie Proulx

Buongiorno a tutti! Oggi sono qui per recensire questo libretto, dopo aver visto e rivisto, e rivisto e amato alla follia il film Brokeback Mountain con Heath Ledger e Jake Gyllenhaal; tre premi oscar, tanto per dire. Ma non sono qui per parlarvi del film, per quanto possa essere bello, ma del libro da cui è stato tratto.

Titolo: I segreti di Brokeback Mountain
Autrice: Annie Proulx
Genere: Narrativa
TramaQuesto libro è composto da meno di cento pagine in tutto. Eppure, si ha l'impressione di trovarsi di fronte a un romanzo ad altissima concentrazione. L'intreccio è una specie di ingranaggio esplosivo. I due personaggi centrali sono uomini semplici, rudi cowboy abituati alle lunghe solitudini delle transumanze e dei pascoli estivi. Nel desolato paesaggio, tra i due gradualmente si accende una passione erotica, una vera pulsione amorosa. Siamo però nel cuore dell'America tradizionale, dove i ruoli sessuali sono rigidi e le identità tagliate a colpi di accetta e di auto-censure. Questo sentimento "proibito" è quindi destinato a scatenare conflitti, che sconvolgeranno tutto il loro mondo.




In origine, una serie di racconti brevi, scritti dalla Proulx, sono stati pubblicati sul The New Yorker, e successivamente si è deciso di raccoglierli tutti in un unico libro (Close Range: Wyoming Stories)
. Poi, dopo il successo del film, si è deciso di dedicare un libro solo a questa breve novella. Infatti si tratta di un libretto sottilissimo, meno di cento pagine in tutto, dal quale non sono riuscita a staccare gli occhi non perché mi avesse preso ma perché sapevo di poterlo finire tranquillamente in una mezz'oretta

Parla della storia di Jack ed Ennis, due poveri squattrinati che vanno alla ricerca di un lavoro, e si ritrovano insieme a controllare un gregge di pecore su a Brokeback Mountain, dove nasce un amore a loro sconosciuto, che prima consideravano addirittura sbagliato. Ma il fuoco di questa passione non si spegne nonostante i mesi, gli anni, che li tengono separati. Si rendono conto che nella società in cui si trovano tutto questo è profondamente sbagliato, ma non possono resistere ai loro impulsi, prima solo sessuali ma poi, con il tempo, sentimentali. Tutto questo fino un finale assolutamente imprevisto, che lascia sulla bocca un sapore decisamente amaro e viene da chiedersi: "È davvero finita così"? A quanto pare sì.

Per quanto possa trattare di argomenti delicati, di momenti sentimentali e profondamente toccanti, questo libretto non ha suscitato in me nessuna emozione. È scritto in maniera totalmente asettica, apatica e distaccata, e non si sofferma su quelli che dovrebbero essere i momenti più importanti
Nonostante questo, però, ci sono molti dettagli, soprattutto legati all'olfatto e all'aspetto fisico delle persone. I protagonisti non sono i due tipici cowboy che fanno tremare le ginocchia alle ragazze, anzi Jack viene descritto come un tipetto basso con tanto di denti sporgenti, e Dennis come una figura smilza, con gambe a compasso e naso aquilino. Piccoli dettagli che aiutano il lettore ad immaginarsi meglio la scena, lasciando comunque un ampio margine di interpretazione soggettiva.
Per quanto possa essermi sembrato poco coinvolgente, vi consiglio di leggerlo anche solo per il finale, perché ne vale davvero la pena.
Due su cinque.
Consiglio comunque di guardare il film, molto più bello del libro. La trama si inspessisce, ma rimane comunque molto fedele al libro, e gli attori sono semplicemente straordinari. Warning: lacrime a fiumi. Io vi ho avvertito. 



Voi avete letto il libro, o visto il film? Se sì, che ne pensate? Sono curiosa, fatemelo sapere!
A presto, Sara ♥

Nessun commento:

Posta un commento