sabato 24 ottobre 2015

Recensione: IL MERAVIGLIOSO MAGO DI OZ, di L. Frank Baum

Ciao a tutti! Dopo questa settimana davvero faticosa ho finalmente un po' di tempo libero. Tra l'altro ieri sera sono andata al cinema a vedere Crimson Peak (dovevo, capitemi) e... *-* Andatelo a vedere assolutamente, ne vale la pena! E lo dice una che ha paura della propria ombra!
Ma, attori inglesi a parte, sono anche riuscita a leggere un libro, molto leggero e carino: Il Mago di Oz



Titolo: Il meraviglioso mago di Oz
Autore: L. Frank Baum
Genere: Fantastico
Trama: Travolta da un ciclone, la piccola Dorothy viene catapultata in un mondo strano e sconosciuto popolato da Streghe buone e Streghe cattive. Se vuole tornare a casa, deve seguire un sentiero che la condurrà al misterioso regno del grande e terribile Mago di Oz; durante il cammino affronta avventure e avversità, ma incontra anche nuovi amici, come lo Spaventapasseri, il Taglialegna di Latta e il Leone Codardo. Quando giunge con i suoi nuovi compagni nella meravigliosa Città di Smeraldo e si ritrova al cospetto del potentissimo Mago, Dorothy gli chiede di tornare a casa, lo Spaventapasseri un cervello, il Taglialegna un cuore e il Leone il coraggio. Ma qual è il vero potere del Mago di Oz?


La piccola protagonista del libro, Dorothy, a causa di un ciclone si ritrova in questo mondo strano e popolato da omini ed animali parlanti: ora è ad Oz. Fin da subito vuole tornare a casa dai suoi cari zii, non perché non le piaccia questo mondo bizzarro e colorato, ma perché sente molta malinconia.
Con i suoi nuovi amici, lo Spaventapasseri, il Taglialegna di Latta ed il Leone Codardo compirà un viaggio lungo e faticoso, pieno di tante piccole avventure. Nella sua innocenza riuscirà a trovare un modo per tornare a casa, e forse anche per aiutare uno strano amico.

Ho trovato il libro pieno di significati nascosti da leggere tra le righe. Anche se non sembra, tutto quello che accade ha un significato, serve a qualcosa. I personaggi vorrebbero da Oz qualcosa che non possiedono: eppure ogni loro idea, ogni loro azione ci dicono veramente tutta un'altra cosa, in maniera evidenteOz fa credere loro di aver ottenuto ciò che volevano, quando non è vero. È un po' come quando si danno ad un "malato" delle pastiglie finte, e grazie all'effetto placebo si è convinti di non avere più niente. Come in quest'ultimo caso il nulla cura, anche nel libro di Baum basta solo la convinzione, e se vogliamo proprio forzare il significato possiamo dire l'autostima, per rendere qualcuno nel modo in cui vuole. Ritengo che sia un messaggio davvero bello, nascosto quanto basta.

La via per la Città di Smeraldo è lastricata di mattoni
gialli, perciò non puoi sbagliarti. Addio, mia cara.
Ogni personaggio ha i suoi pregi ed i suoi difetti, ognuno è unico. Dorothy è una bambina assolutamente normale, che ha tanta malinconia e vuole tornare a casa. Lo Spaventapasseri pensa di essere stupido ma ben presto si rivela uno dei più intelligenti. Il Taglialegna dice di essere senza cuore ma è il primo che piange anche solo per aver schiacciato per sbaglio un piccolo insetto. Ed infine il Leone, che sostiene di essere l'animale più codardo di tutti, è in realtà molto coraggioso e pronto a proteggere gli amici a costo della vita. È un libro molto colorato. L'autore fa riferimento ai colori in continuazione, e anche con pochi dettagli si riesce ad immaginare un mondo fortemente policromo, allegro, vivace. Essendo molto corto ed avendo dei capitoli veramente brevi si legge in un battibaleno. Lo stile di scrittura dell'autore è molto scorrevole e semplice, anche perché questa è nata come una fiaba per bambini.

3.5/5. Molto carino.

Piccola parentesi sulla mia edizione e Lorena Alvarez.
Il mio libro è pubblicato dalla Einaudi ed ha le illustrazioni molto carine (purtroppo non a colori) di William Wallace Denslow. Girovagando un po' qui su internet ho trovato delle altre illustrazioni, fatte da Lorena Alvarez. Non penso di esagerare dicendo che è diventata una delle mie illustratrici preferite. Sono anche riuscita a trovare l'edizione inglese in cui sono contenuti questi disegni. Qui sotto ve ne metto alcuni (sempre relativi a Il mago di Oz), perché sono veramente bellissimi

Il cammino verso il Grande Oz.

La Regina dei Topi Campagnoli (♥)

La meravigliosa Città di Oz.

La meravigliosa Città di Oz.

Le Scimmie Alate.

Il fragile Paese di Porcellana (♥)

Il Leone diventa il Re degli Animali.
La strega buona esaudisce il desiderio di Dorothy.


Voi avete letto il libro, o visto uno dei tanti film? Se sì, fatemelo sapere! Altrimenti: vi piacerebbe leggerlo?
A presto, Sara ♥

Nessun commento:

Posta un commento