sabato 28 febbraio 2015

Recensione: L'importanza di chiamarsi Cristian Grei, di Chiara Parenti

Buonasera a tutti! Sì, sono viva, vivissima anzi. E mi scuso. E altre cose. Ma lo studio finalmente sta dando i suoi frutti e tra ripetizioni e pomeriggi passati nella disperazione più totale eccolo arrivare: IL WEEKEND. Dio benedica il weekend. Amen.
In queste settimane penso di aver iniziato qualcosa come cinque libri (ovviamente ne ho finito solo uno perché boh, perché sono Sara) e dunque ecco che oggi ne recensisco uno al quale tengo particolarmente perché è in un certo modo legato ad un libro che io sopporto a malapena proprio come qualcun'altro...
Clicca sulla copertina per comprare il libro!
Titolo: L'importanza di chiamarsi Cristian Grei
Autrice: Chiara Parenti
Genere: Romanzo rosa, narrativa, ironico
Editore: Rizzoli - Collana "You Feel". YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.
TramaCristian Grei ha trentadue anni e una sola, acerrima nemica: E. L. James, che con le sue 50 Sfumature gli ha rovinato la vita. Tutte le donne, infatti, appena sentono il suo nome, vedono in lui un dominatore in 3D e l'incarnazione delle più proibite fantasie erotiche. Ma se vivi a Prato, fai il becchino nell’agenzia di onoranze funebri di famiglia e sei ipocondriaco, avere il nome "uguale" a quello del più grande amatore di tutti i tempi, che si sposta in elicottero ed è a capo di un’azienda leader mondiale,può creare una costante e fastidiosissima ansia da prestazione. Solo Antonella, l'amica di sempre, è in grado di divertirsi giocando con lui e tenere a bada le sue mille ansie, ma soprattuto è disposta ad amarlo per quello che è realmente. Cristian Grei riuscirà finalmente a capire che è lei la donna giusta? E soprattutto sarà “pronto a riceverla”?

Io e Cristian Grei siamo uguali. Entrambi odiamo E. L. James. Io perché ha scritto una roba indescrivibile, che ha rovinato (o che probabilmente rovinerà) le aspettative di tante ragazzine e farà disperare numerose casalinghe insoddisfatte; Cristian perché il suo nome è estremamente simile a quello del dominatore plurimiliardario protagonista di Cinquanta Sfumature di Grigio! Il problema è che Cristian non è un business-man, nè tanto meno un dominatore: lui è un becchino ipocondriaco! Cristian riesce a stento a rivolgere la parola ad una donna, figuriamoci legarla! 
Per questo capiamo fin da subito che non è il vero Christian Grey, come quando viene inseguito da una mandria di ragazze che pensa che lui voglia punirle perché sono state cattive, ed è costretto a saltare da una finestra cadendo tra l'altro su una macchina! 
Ma a salvare dalle sue sventure Cristian c'è qualcuno, qualcuno di veramente speciale: Antonella, detta anche più affettuosamente Little Tony. Antonella è una dottoressa italo-americana piena di talento, ironica e iper-energetica. Ed è anche innamorata pazza di lui!
E ovviamente il nostro Cristian cosa pensa? Che siano solo amici! Ma forse non è solo lei che prova qualcosa...
Nel frattempo però ovviamente ci dev'essere qualcosa che va storto, altrimenti che gusto c'è? Cristian conosce Bo. Lei è una ragazza cinese che appena viene a scoprire il suo nome subito cade ai suoi piedi come una pera cotta. Anche lui rimane folgorato da questa magnifica dea, ma non sa proprio come comportarsi. Dunque non fa altro che chiedere consigli a Little Tony, che per un po' ci sta anche perché, be', sono migliori amici; poi però, come la bomba ad orologeria che abbiamo conosciuto nel primo capitolo, esplode.
Dato che a quanto pare non si aspettava una tale confessione Cristian rimane disorientato dall'impatto che riceve e il fato decide di separare i due sfortunati in amore. 
In un finale grandioso e per nulla scontato scoprirete se i due riusciranno a stare lontani oppure Mr. Grei sentirà il bisogno di ricevere Antonella...

In questo romanzo incredibile Chiara Parenti ha davvero superato se stessa: è piacevolmente divertente e sorprendentemente commovente allo stesso tempo. È un libro decisamente gradevole ed una lettura soddisfacente, per nulla pesante o noiosa. Mi ha tenuta incollata alle pagine fino alla fine!
 photo 627b0f4a056e913c37c706ab55b3fbd3 105 x 88_zpsnq446r3f.jpg
Cinque su cinque. Perfetto!



E voi avete letto questo libro? NO?! Correte a rimediare! Qui potete acquistarlo.
A presto,
Sara.
 photo dragonfly1_warm100x100_zps61a88d5d.jpg

3 commenti:

  1. Oh non vedo l'ora di leggerlo :) magari dopo una settimana universitaria tremenda!

    RispondiElimina
  2. sii l'ho letto davverooo bellissimoo merita di essere letto

    RispondiElimina
  3. oooooooow, anch'io voglio leggerlo ... ma tanto tanto!!! *^*
    ho letto solo recensioni positive quindi corro velocemente ad aggiungerlo alla mia wishlist!! *---*

    RispondiElimina