martedì 2 dicembre 2014

TAG - The reader problems book tag!

Buonasera a tutti! Sto passando un periodo molto "particolare", versioni e compiti a gogo... E Dio solo sa come sarà a fine Dicembre. Sto leggendo (per scuola) "Io sono Malala" e per diletto "Her-Bak, Discepolo", un libro che penso nessuno di voi conosca. È scritto dall'egittologo Isha Schwaller de Lubicz, e lo sto trovando molto interessante anche se alquanto pesante. Però ci sono le figure! ;)


Oggi torno con un book tag! Quello in questione è un tag che avevo addocchiato qualche giorno fa sul canale YouTube di Katytastic, originalmente creato da About To Read (perché ci tengo a mettere tutti i puntini sulle i).
L'argomento è: i problemi del lettore.
Ho tradotto io le domande, quindi ci saranno degli errori, ma il succo è sempre quello.



1. Hai 20000 libri nella tua TBR (lista dei libri da leggere). Come decidi quale leggere?

Quello che mi attira di più. Quello che proprio non riesco ad inquadrare e sono curiosa di sapere come sarà. Oppure se è un libro che fa parte di una saga, leggo quello a priori. Soprattutto se si tratta di saghe a cui sono veramente affezionata (*coff* Shadowhunters *coff*).


2. Sei a metà di un libro e non ti sta piacendo molto. Lo lasci a metà o lo finisci?

Solitamente -so che è una cosa bruttissima, mea culpa- lo lascio a metà. Ma alcuni libri proprio non riesco a gestirli. Mi mandano in pappa il cervello. Anche se cercassi di finire un libro che non mi sta piacendo sarebbe come non leggerlo dato che passerei il tempo non a pensare a ciò che racconta il libro ma solitamente: "Oddio che palle! Non ne posso più! Ma quando finisce?!"


3. La fine dell'anno si sta avvicinando ma sei così lontana dal raggiungere l'obiettivo della Goodreads reading challenge. Provi ad accellerare e come?

Ecco, questo è un grosso problema. Sono quasi a metà della challenge e, ovviamente, non ce la farò (ho capito che sono capace di leggere tanto... ma non così tanto!). Quindi ovviamente appena ne avrò occasione cercherò di leggere a più non posso (nelle vacanze di Natale per esempio), ma al massimo potrei arrivare a 70, non di più. E questa cosa mi fa un sacco arrabbiare! Sono rimasta delusa da me stessa.


4. Le copertine di una serie che ami non sono le stesse (non "stanno bene insieme"). Come fai?

Aspetto di sposare un uomo ricco così per comprarmi altre edizioni di quel libro cosicché la mia libreria sia perfetta. No, scherzi a parte, non faccio nulla. È un problema che proprio non so come superare. È orribile! Una mia amica ha saputo che c'è un sito dove vendono SOLO SOVRACCOPERTINE, ma non riusciamo a trovarlo! Vi prego se qualcuno di voi lo sa, me lo dica. Gli sarò riconoscente a vita!


5. Tutti amano un libri che a te proprio non piace. Con chi condividi ciò che pensi su quel libro?

Con tutti. O meglio, con chi voglio. Non vedo il problema! Io ascolterò perché gli altri lo amano così tanto e spero che anche gli altri siano capaci di saper ascoltare me. 



6. Stai leggendo un libro e stai per iniziare a piangere in pubblico. Che fai?

Piango! Mi è capitato un sacco di volte. Il primo libro per cui ho pianto in pubblico è stato Mockingjay. Ero a scuola e la prof stava interrogando due miei compagni. Improvvisamente scoppio a piangere (indovinate per cosa...). Tirando su con il naso chiedo all'insegnante di andare in bagno e lì mi lascio andare. Non mi faccio molti problemi per queste cose, penso si sia capito, anche se ogni volta ovviamente mi vergogno lo stesso, sono anche io un essere umano!


7. Un sequel di un libro che tu ami esce ma hai dimenticato un sacco di cose dai libri precedenti. Rileggerai i libri o salterai il seguito? Andrai a leggere un riassunto su Goodreads? Piangerai dalla frustrazione?

Per prima cosa piangerei dalla frustrazione! È orribile quando succede! Un conto è quando sei al secondo, terzo libro della saga. Un conto è quando esce il sesto. Tiri giù tutti gli angeli (riferimenti puramente casuali...). Ma fortunatamente c'è sempre qualche santo che fa i riassunti, grazie a Raziel!


8. Non vuoi prestare a nessuno i tuoi libri. Come fai a dire di no quando le persone ti chiedono di prestargli un libro?

"No." E pensate, lo dico in modo così gentile che le persone poi non cercano nemmeno di insistere. A volte bisogna essere un po' stronzi nella vita, dai! I miei libri non li tocca nessuno. Io sono terribilmente a disagio quando leggo un libro che non appartiene a me. Devo stare attentissima e mi preoccupo un sacco persino quando giro le pagine. Il problema è che a quanto pare (lo so a mie spese) non tutti si preoccupano così tanto, purtroppo...


9. Hai il blocco del lettore. Hai iniziato e non finito 5 libri nello scorso mese. Come fai ad uscirne?


Accantono per un po' la lettura. Significa che è un periodo "no", è il mio corpo che mi dice "Ci hai provato, ritenta tra un po'!". Penso sia la cosa giusta da fare. Altrimenti mi incasino troppo e non mi gusto il libro come lo gradirei invece se fossi totalmente concentrata su di esso.

10. Ci sono così tanti nuovi libri che escono e moriresti per leggerli! Quanti ne compri?

Quelli che più mi "servono". Per esempio, i libri di una saga della quale ho già tutti gli altri. Oppure un libro di un autore che già conosco e che già mi piace, dato che so che non ne rimarrò delusa. Cerco di prendere lo stretto indispensabile!

11. Dopo che hai comprato dei nuovi libri non vedi l'ora di leggerli. Ma quanto stanno nella libreria prima che tu inizi a leggerli?

Taaaaanto tempo. Be', se per una settimana ho letto tutti i libri di una saga, appena ho l'ultimo lo leggo subito, anche perché se no rischio di dimenticarmi gli altri. Altrimenti un po' di tempo ci stanno. Ma dipende, ripeto. Se non ho altri libri da leggere (e qui mi collego alla domanda numero uno) lo leggo subito, altrimenti un po' ci sta sulla libreria. 




Ta-da-da-da-daaa! Tag finito. Che dite, vi è piaciuto? A me moltissimo!
Che bello ragazzi, sta arrivando Natale *-*
Per me Natale = neve = cibo buono = regaliii = freddo = tanto tempo per leggere = ho già detto regali?!

Se fate anche voi questo tag linkatemi il link del vostro post, lo leggerò di sicuro!
A presto,
Sara.

Nessun commento:

Posta un commento