sabato 11 ottobre 2014

In My Mailbox #26



Buonasera a tutti! Sono tornata dopo un bel po' di tempo ma spero di riuscire a farmi a perdonare con questa lunghissima carrellata di libri. Mi dispiace davvero tanto, anche perché tengo moltissimo al blog. Ma la colpa non è mia. È della scuola. Sorry, sorry, sorry. 
Ultimamente mi sono data alle spese folli e ho preso molti libri, i più sono "seriosi", gli altri un po' meno, ma... Bando alle ciance. Continuiamo. 




TITOLO: The Maze Runner - Il Labirinto
AUTORE: James Dashner
GENERE: YoungAdult/Distopico 
EDITORE: Fanucci
PAGINE: 408
TRAMA: Quando Thomas si risveglia, le porte dell'ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L'unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l'organizzazione di una società disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l'ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell'ascensore. Il mistero si infittisce quando - senza che nessuno se lo aspettasse - arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di qualsiasi altra via di fuga, il Labirinto sembra essere l'unica speranza del gruppo... o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire. 

Finalmente ho comprato questo libro. Non immaginate nemmeno da quanto tempo era nella mia wishlist su Amazon. SECOLI. Finalmente è mio! 
Ho conosciuto questo libro vedendo il trailer del film su YouTube, che mi ha un sacco intrigato. Ma ho pensato: "NO. Prima leggi il libro, poi guardi il film, così puoi criticarlo per bene!"




TITOLO: Alessandro Magno
AUTORE: Pietro Citati
GENERE: Biografia 
EDITORE: Gli Adelphi
PAGINE: 136
TRAMA: Chi si cela dietro l'enigmatica immagine di Alessandro Magno? Quali eventi hanno deviato la sua vocazione di letterato e filosofo, trasformandolo nello spietato conquistatore eretto a modello da Cesare e Napoleone? Alessandro appare in questo ritratto come una sintesi di figure storico-mitiche: un "io" molteplice e contraddittorio costruito mettendo insieme l'ira furiosa e l'amicizia disinteressata di Achille, la resistenza al dolore di Eracle, la liberalità e la tolleranza di Ciro il Grande. La sua ansia intellettuale e la sete di conquista scaturiscono dalla medesima pulsione, per cui le sequenze del crescendo espansionistico sono luoghi fisici e insieme tappe di un percorso conoscitivo che si arresterà solo davanti all'Oceano Indiano.

Ultimamente ho sviluppato una -quasi malata- ossessione per Alessandro Magno. E sembra proprio non passare. Così sono andata in libreria e ho preso tutto ciò che più mi ispirava su Alessandro. Così ho presto questo -che per giunta mi era già stato consigliato-. L'ho finito in pochissimo tempo, è molto scorrevole e per nulla noioso. Pieni voti.



TITOLO: La favola di Amore e Psiche
AUTORE: Apuleio
GENERE: Classico latino
EDITORE: Newton Compton
PAGINE: 150 ca.
TRAMA: La storia di Amore e Psiche riconosciuta come il racconto più rappresentativo delle 'Metamorfosi' di Apuleio. Quella di Amore e Psiche è una favola autentica, dai toni delicati e dalle atmosfere magiche e incantate, che racchiude in sé tutti gli elementi cari alla tradizione fiabesca popolare.


Non avevo questo libro e ho pensato: "Cavolo! Devo averlo."
Così, ecco fatto. E poi, diciamocelo, costa solo due euro e l'edizione non è bruttissima. Certo, sempre Newton Comton è, ma... Guardate che carini che sono quei due angioletti che si abbracciano su uno sfondo rosa! Adoraaabili!




TITOLO: Follia
AUTORE: Patrick McGrath
GENERE: Narrativa
EDITORE: Gli Adelphi
PAGINE: 296
TRAMA: Una grande storia di amore e morte e della perversione dell'occhio clinico che la osserva. Dall'interno di un tetro manicomio criminale vittoriano uno psichiatra comincia a esporre il caso clinico più perturbante della sua carriera: la passione tra Stella Raphael, moglie di un altro psichiatra, e Edgar Stark, artista detenuto per uxoricidio. Alla fine del libro ci si troverà a decidere se la "follia" che percorre il libro è solo nell'amour fou vissuto dai protagonisti o anche nell'occhio clinico che ce lo racconta.

Sto leggendo questo libro e mi sta piacendo un sacco! Lo sto assolutamente adorando. Inizialmente pensavo che fosse una storia d'amore di tipo romantico. Poi però mi sono resa conto che quello che si crea tra Stella ed Edgar è un rapporto basato sul desiderio fisico, che lentamente diventa innamoramento. Mi sta prendendo moltissimo, e come dice l'incipit (clicca qui per visualizzarlo), non riesco quasi a staccarmi dalle pagine. 




TITOLO: Aléxandros, il figlio del sogno
AUTORE: V. M. Manfredi
GENERE: Romanzo storico
EDITORE: Mondadori
PAGINE: 262
TRAMA: Chi era veramente Alessandro, il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero, per poi morire, come Cristo, all'età di trentaré anni? «Il figlio del sogno» ci narra di un uomo che fu considerato un dio, dei suoi sogni ardenti, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. E ci svela anche una Grecia mai vista, una civiltà che, pur nota, ci appare oggi sconosciuta e affascinante.

Ritornando al punto di prima: altro libro su Alessandro. Ero tentatissima di prendere anche "La tomba di Alessandro", ma ho pensato che sarebbe stato meglio che avessi preso solo questo: mi conosco e so benissimo di non apprezzare molto Mandredi, dato che penso che il suo stile di scrittura sia un po' pesante. Però voglio provare lo stesso. Non si sa mai. 




E questi sono tutti i libri che ho preso! Tanta roba, eh?
A presto,

Sara.

2 commenti:

  1. Follia l'avevo adocchiato anch'io, poi voglio sapere il giudizio finale, visto che ti sta prendendo! ;)

    RispondiElimina