martedì 23 settembre 2014

In My Mailbox #25


Buonasera a tutti, cari lettori. Non pubblico molto spesso perché la scuola mi sta prendendo un sacco di tempo, abbiamo cambiato insegnanti e ora si deve studiare davvero. Oggi addirittura la professoressa nuova di storia di ha chiesto se l'anno scorso studiavamo storia o cucito. Ho detto tutto.
Bando alle ciance (come si dice qui da noi in dialetto) ed inizio subito a mostrarvi i libri che ho acquistato/ricevuto.



TITOLO: Due punti
AUTRICE: Wislawa Szymborska
GENERE: Raccolta di poesie
EDITORE: Adelphi
PAGINE: 52
TRAMA: L'amore, la morte, il sollievo dell'ironia nella più recente raccolta poetica di Wisława Szymborska.

Mi è stato consigliato di acquistare questo libro dalla mia professoressa di italiano, la quale ama (oserei dire venera) questa autrice. Ci ha letto una o due poesie e devo dire che -per essere una ragazza che non ama le poesie ed i libri di poesia- mi hanno fatto impazzire. Non potevo non prenderlo. E poi, costa solo sei Euro, anche se è Adelphi. E come sapete la Adelphi si fa pagare profumatamente (io lo so bene). 





TITOLO: Il dio del fiume
AUTORE: Wilbur Smith
GENERE: Romanzo storico/fantastico (?)
EDITORE: TEA Books
PAGINE: 600
TRAMA: Solenne e grandiosa come il fiume Nilo, la civiltà egizia è una gemma splendente, incastonata per volere degli dei in una terra ostile, dominata da aridi deserti. Secoli di pace laboriosa, in armonia con il respiro del fiume, hanno reso l’Egitto nobile e magnifico: ora però lo splendore della gemma si sta accendendo di cupi bagliori e un nuovo fiume prende a scorrere nel Paese. È un fiume di sangue e di morte, le cui sorgenti sono sia nel falso Faraone, il Pretendente Rosso, che minaccia l’unità del regno e la maestà del vero sovrano, Mamose VIII, sia in un’orda di popoli selvaggi che, con l’ausilio di misteriose creature veloci come il vento, saccheggia ed è ormai prossima a impadronirsi della superba Tebe. Cinto d’assedio da nemici spietati e minato all’interno da oscuri intrighi, l’Egitto dovrà affidare il suo destino a quanti si sentono figli del dio del fiume, del grande Nilo: Tanus, il guerriero dai capelli di rame e dal braccio potente; Lostris, affascinante e saggia ma costretta ad accettare lo scettro di un regno cui volentieri rinuncerebbe per amore di Tanus; Taita, umile schiavo dotato di curiosità e di ingegno multiforme. Sarà proprio il dio del fiume a segnare la strada per il viaggio verso la pace, un viaggio in cui tutti, uomini e donne, servi e nobili, saranno chiamati a provare con lacrime e sangue la loro devozione per l’Egitto.

Questo libro -come il prossimo che vi presenterò- mi è stato regalato da una mia compagna di classe, Melissa, che (anche se probabilmente non leggerà questo post) ringrazio con tutto il cuore. È stata davvero gentile. 
Io amo la civiltà egiziana e appena ho visto la copertina di questo libro sono impazzita.
E poi Wilbur Smith è un autore molto famoso, ho anche letto che i libri vengono apprezzati molto facilmente, quindi che ben venga. Sono davvero felice di avere questo libro e sono molto curiosa di leggerlo.






TITOLO: Maximum Ride - L'esperimento angel
AUTORE: James Patterson
GENERE: Fantasy
EDITORE: TEA Books
PAGINE: 406
TRAMA: Max, Fang, Iggy, Nudge, Gasman e Angel. Sei ragazzi apparentemente normali, ma che in realtà nascondono un segreto: sono al 98 per cento umani e al 2 per cento uccelli. Sono cresciuti in un laboratorio, e hanno vissuto gran parte della loro vita come topi in gabbia, ma adesso sono liberi. Con l'aiuto di Jeb, un adulto dal passato misterioso, si sono nascosti in una casa-rifugio, dove hanno istituito una comunità della quale il capo è Max, una sedicenne coraggiosa e matura. Dal giorno della loro fuga, però, gli Eliminatori, perfidi mutanti simili a lupi mannari, danno loro la caccia, e ora hanno catturato la più piccola del gruppo, Angel...


Nonostante le recensioni di questo libro non siano molte positive, ovviamente leggerò questo libro (quasi sicuramente). Vi spiego il perché: io amo i libri sugli "angeli" e cose del genere (in questo caso... uccelli), e mi aspetto molto da questo libro. L'amica che me lo ha gentilissimamente passato mi ha detto che non le è piaciuto, eppure spero che a me possa piacere. Che dire, speriamo. E poi, giuro che già una volta, in un centro  commerciale, l'avevo visto ed ero stata tentata di prenderlo!




Questo è tutto! Cosa c'è nella vostra mailbox? Conoscevate i libri sopra elencati?
A presto,
Sara.

Nessun commento:

Posta un commento