mercoledì 10 settembre 2014

Dalla pagina allo schermo - COLPA DELLE STELLE (film)


Attenzione, spoiler!

Buongiorno a tutti. Dopo qualche giorno di assenza eccomi tornata sulla blogosfera. Ieri sera sono andata al cinema a vedere "Colpa delle Stelle", film tratto dal romanzo dal titolo omonimo scritto da John Green.
 Se mi seguite da un po', sapete che "Colpa delle Stelle" è il mio libro preferito (se parliamo di libri autoconclusivi e non di saghe), e quindi non potevo assolutamente non andare a vederlo al cinema, non potevo perdermelo! Dunque oggi vi parlerò del film tratto da libro.
Non vi parlerò del film di per sé, ma parlerò del film come adattamento del libro. 




TITOLO: Colpa delle Stelle
TITOLO ORIGINALE: The Fault in Our Stars
GENERE: Drammatico, Romantico
REGIA: Josh Boone
SOGGETTO: John Green (romanzo)

DISTRIBUZIONE (Italia): 20th Century Fox
INTERPRETI PRINCIPALI:
Shailene Woodley - Hazel Grace Lancaster
Ansel Elgort - Augustus Waters

Dunque, da dove cominciare. Ci sono così tante cose da dire. Il romanzo mi ha presa tantissimo e penso di non aver mai pianto così tanto per un libro, perché al contrario di quello che mi dice sempre mia madre, questo non "è solo un libro", no, questo è molto di più. Prima di leggere il mio commento vi consiglio di passare a dare un'occhiata alla recensione che ho scritto qualche mese fa del libro dal quale è stato tratto il film, per farvi un'idea un po' più chiara di quanto questo libro sia importante per me. 
Ma non siamo qui per parlare del libro, bensì del film. 
Vorrei un attimo parlare di Shailene Woodley. Penso che sia perfetta per il ruolo di Hazel, e poi è un'attrice fantastica. L'avevo già vista recitare in Divergent, ma qui è stata ancora più brava. Una cosa che ho apprezzato tantissimo è che Hazel è proprio come nel libro, ovvero è sempre vestita in modo semplice, non è mai truccata, è una ragazza normale. Con il cancro. Una ragazza normale con il cancro, ecco.
Durante tutto il film ha recitato perfettamente, soprattutto nelle scene più delicate, come al "pre-funerale" di Augustus, oppure durante la scena nella casa di Anna Frank. 
Anche Ansel Elgort è un attore fantastico, ma mi è piaciuto sempre meno di Shailene. Certo, durante il film ha quel ghigno/sorriso tipico di Gus, come leggiamo nel libro, e poi quando ha confessato ad Hazel che aveva avuto una ricaduta è stato meraviglioso, ma sempre un gradino più in basso di Shailene
Per quanto riguarda gli altri attori, li ho adorati tutti, dal primo all'ultimo. Di solito nei film trovo sempre qualcosa che non mi convince pienamente, ma qui invece è tutto così perfetto da non sembrare vero. Ho adorato Willem Dafoe, che è uno degli attori più versatili che io conosca, mi è piaciuto moltissimo come Van Houten.
Per quanto riguarda il doppiaggio non mi ha fatto impazzire ma sono riuscita a sopportarlo. Sono rimasta a dir poco scioccata nel scoprire che non si dice Augustus ma Ogustus (o qualcosa del genere), cioè sono rimasta a bocca aperta! Proprio non mi è andata giù, per tutta al durata del libro. Per quanto io odi il soprannome Gus, mentre guardavo il film era quasi un sollievo quando lo dicevano al posto di Augustus.
Un'altra cosa che a parer mio ha influenzato tantissimo tutto il film è stata la musica. L'unica canzone allegra è "Boom Clap" e c'è per tipo venti secondi, tutte le altre canzoni sono così tristi che ti fanno venire voglia di rotolare giù per la sala sopra ai sedili fino a schiantarti sullo schermo. 
La canzone che reputo più triste di tutte è "Not About Angels", cantata da Birdy, che hanno messo, se non sbaglio, quando Hazel torna a casa dal funerale di Augustus. Quanto mi ha fatto piangere, santo cielo! 

Parlando di pianti, per quanto riguarda le scene che mi hanno fatto piangere, diciamo che sono state... TUTTE. No, parlando seriamente, la prima che mi ha fatto piangere come una fontana (perché posso dire di aver guardato il film con gli occhi sempre pieni di lacrime pronte a cadere - c'era la lente a contatto che navigava felicemente nel mio occhio con tanto di remi) è stata la scena del primo "Okay? - Okay". Poi dopo la scena del bacio diciamo che ho pianto tutto il tempo.
La scena che penso che mi ha quasi letteralmente ucciso è stata quella dove Hazel leggeva il suo discorso ad Augustus. Non vi dico quanto è stato difficile piangere senza fare rumore. Grazie al cielo ero seduta in ultima fila, e la cosa che mi ha davvero stranito è che piangeva solo un'altra ragazza, oltre a me. La donna seduta accanto a me ogni tanto si girava e mi guardava come per dire "Ma che problemi hai?". Mi chiedo, ma le persone hanno un cuore? Persino mia madre mi ha detto che per poco non piangeva anche lei, mia madre, una donna matura!
Il film è pieno di citazioni del libro, e sono stata davvero felicissima di averle ritrovate quasi tutte.
In conclusione, questo è uno dei film più belli che abbia mia visto, sia preso come film in sé che come film tratto da un libro.
Un film meraviglioso,
imperdibile


Voi l'avete visto? Che ne pensate?
A presto,
Sara.

Nessun commento:

Posta un commento