venerdì 1 agosto 2014

The Harry Potter Spells Tag!

Questa mattina, scorrendo la home di YouTube ho visto che Jesse aveva caricato un nuovo video, ovvero The Harry Potter Spells Tag, originariamente creato da Edward, di TurtleSympathy! Ma per chi non se la cava con l'inglese, di cosa tratta questo meraviglioso tag? È semplicissimo: nel tag si diranno dieci incantesimi, e ad ogni incantesimo è legata una "situazione" che si è scaturita in noi leggendo appunto un libro (o cose simili). 
Ed ecco dunque che inizio ad illustrarvi i libri che ho scelto per i miei incantesimi:


1. Expecto Patronum: Un libro d'infanzia di cui hai un bel ricordo.

La gattina che voleva tornare a casa, di Jill Tomlinson. Questo è l'unico libro che ho bene presente per quanto riguarda la mia infanzia. Mi ricordo quando mia madre me lo leggeva, e penso che non potrò mai dimenticare i "Chez moi! Chez moi!" della gattina che si è persa. Santo cielo, ora mi metto a piangere. Quanti ricordi!


2. Expelliarmus: Un libro che ti ha sorpreso.


Ovviamente, Shadowhunters - Città del Fuoco Celeste, di Cassandra Clare. È il primo che mi è venuto in mente. Diamine, è un libro pieno di BOOM! Traumatizzante. Cribbio. 


3. Prior Incantatio: L'ultimo libro che hai letto.


Ho finito da pochissimo Fahrenheit 451, di Ray Bradbury. È stato un po' un parto finirlo, ma non posso dire che non mi sia piaciuto. Ci ho messo un po', a leggerlo. Ma ne è abbastanza valsa la pena. Diciamo che -a parer mio, cioè è un bestseller!- non rientra nei miei libri preferiti ma che non è da "buttare".


4. Alohomora: Un libro che ti ha introdotto ad un genere che prima non consideravi.


Fallen. Io devo tutto a Lauren Kate. Ora praticamente vivo leggendo libri fantasy, paranormal, distopici, ya ,etc., e devo tutto a Lauren Kate, che con Fallen, mi ha fatto entrare in questo meraviglioso mondo. E poi, come forse sapete, Fallen (come tutta la saga: Fallen, Torment, Passion e Rapture) è uno dei miei libri preferiti. Tra poco so a memoria certi dialoghi (e non scherzo!).


5. Riddikulus: Un libro divertente che hai letto.


Guida Galattica per Autostoppisti, di Douglas Adams. È uno dei libri più divertenti che abbia mai letto, mi fa ammazzare! Certo, ci sono anche altri libri tipo Percy Jackson o i libri di Bukowski (questi ultimi però più che comici io li definirei "tanto malati da fare ridere"), ma se ci penso bene questo è il libro (o meglio, la raccolta di libri) più divertente che abbia mai letto.


6. Sonorus: Un libro che ritieni debba conoscere il mondo intero.


Red, di Kerstin Gier, come tutta la Trilogia delle Gemme in generale. Non è quasi conosciuto qui in Italia, ma ritengo che sia una trilogia che merita di più, per esempio, della trilogia degli Hunger Games. E sono seria! I personaggi sono meravigliosi, la trama è originalissima e lo stile di scrittura di Kerstin Gier è uno dei migliori che abbia mai avuto la possibilità di leggere. Dunque che aspettate? Procuratevi una copia di Red! Vite vite!



7. Obliviate: Un libro/spoiler che non avresti voluto leggere.

Un libro che non avrei voluto leggere è sicuramente Alice in Zombieland, di Gena Showalter. Non avevo ancora letto libri nei quali c'erano degli zombie, e sinceramente questo libro (che non mi è piaciuto molto) mi ha fatto passare la voglia di leggerne.

Uno spoiler che non avrei assolutamente voluto leggere è uno spoiler riguardante Allegiant, che non vi dico perché sarei troppo cattiva. Per chi ha letto il libro: esatto. Avete capito. QUELLO spoiler. CAVOLO.

8. Imperio: Un libro che hai dovuto leggere per scuola.


Ho dovuto leggere decine di libri per scuola, dato che la mia insegnante di italiano è un po' fissata (ma grazie a Dio eh, io come sapete sono un'ottima lettrice ???), ma uno che non mi è piaciuto per niente è stato Il senso di una fine, di Julian Barnes. Non l'ho capito. I libri così necessitano di essere capiti (tipo non c'è un fico secco da capire in Twilight, bisogna solo guardare la trama!), e io non l'ho capito. L'ho letto solo prendendo in considerazione la trama che, vi assicuro, è a dir poco orribile. Un finale a dir poco disgustoso.


9. Crucio: Un libro che è stato doloroso leggere. 

Il canto della rivolta (Mockingjay), di Suzanne Collins. Ancora prima di aprirlo sapevo che sarebbe stato un libro dolorosissimo da leggere, pieno di cose... spiacevoli *piange in un angolino*. E poi ero ancora mezza andata per colpa di Catching Fire (La ragazza di fuoco), quindi non giudicatemi! 



10. Avada Kedavra: Un libro che uccide (da interpretare a piacere).

Colpa delle Stelle. Assolutamente. John Green ha stuprato la mia povera sanità mentale. Ripeto (forse per la miliardesima volta): è impossibile spiegare come ci si sente dopo aver letto questo libro. Ci si sente prima malissimo, poi bene, poi di nuovo malissimo e già solo al pensiero: lacrime a gogo. Ma non è un male che fa male. Cioè sì. No scherzo. Fa malissimo. È un libro così bello...



Dunque, ecco qui il tag! Quali sono i vostri libri invece? Fatemelo sapere (in un qualsiasi modo, linkatemi il post, scrivetemelo qui sotto, ma giuro che ci darò un'occhiata! AMO questo tag asdfghjkl-).
A presto,
Sara.

1 commento:

  1. Dai un occhiata qui :D
    http://ildolceprofumodeilibri.blogspot.it/2014/08/premio-dellamicizia-lovely-blog-award.html

    RispondiElimina