giovedì 28 agosto 2014

Confessioni di una book Blogger (TAG)

Buonasera a tutti! Come penso che voi sappiate, io adoro i TAG, perché mi piace sapere qualche cosa in più su chi è l'autrice (o l'autore) dei post che adoro; infatti non sono proprio riuscita a resistere al tag creato da Leda, di Dreaming Fantasy. Questo tag consiste nello svelare dieci manie/segreti/stranezze per quanto riguarda noi ed il nostro blog. Dunque, direi di iniziare subito!



1Non riesco a leggere se sono in una stanza completamente silenziosa. Preferisco leggere su un pullman o in una classe -dove c'è molto brusio- piuttosto che in una camera, da sola, in silenzio. Per esempio a casa abbiamo un dondolo sotto al portico, ma non riesco a leggerci, c'è troppo silenzio, fuori. Stessa cosa per la musica: penserei solo alla voce del cantante. Ma forse ho capito perché: se c'è troppo silenzio rischio di concentrarmi più su magari il rumorino che produce la sedia su cui sono seduta quando mi sposto -cose del genere-, se invece sono in un luogo dove c'è del rumore non riesco a concentrarmi su un particolare rumore, e quindi posso dedicare tutta la mia attenzione alla lettura. 

2Quando dico a qualcuno che ho un blog dedicato ai libri vengo derisa. Non so perché, cioè è una cosa che quasi sempre persino mi spiazza. Ed è brutto, anche perché -magari non sembra- ma io mi impegno per il blog, e ci rimango sempre male quando mi succede. E mi succede spessissimo.

3. Ho una agendina dove mi annoto sempre tutto ciò che riguarda la lettura ed i post per il mio blog. Non amo "improvvisare", preferisco piuttosto pianificare le cose. Quando per esempio manca internet, oppure non riesco a scrivere perché spunta fuori un impegno dell'ultimo momento rimango molto infastidita, anche perché devo rivedere i miei programmi. Questo non riguarda solo il blog, ma anche per quanto riguarda la mia "vera" vita.

4. Non sono soddisfatta dei miei post. Poche, pochissime volte ciò che scrivo mi soddisfa, e spesso se torno a leggere quello che avevo scritto qualche settimana prima mi viene la pelle d'oca e la voglia di riscrivere tutto da capo.

5. Preferisco e preferirò sempre il cartaceo all'ebook. Anche se ho provato non uno ma ben due ebook (un Kobo touch ed un Sony eReader), preferirò sempre e comunque il formato cartaceo di un libro. Certo, ho amato il Kobo (e sono sicura che se provassi un Kindle sarebbe ancora meglio), ma i libri in formato cartaceo mi fanno impazzire; poi quando hanno un'edizione bellissima perdo la testa. Ma nonostante questo adoro i siti come Goodreads e aNobii.

6. Continuo a comprare libri nuovi anche se ne ho un sacco da leggere. Così a naso me ne vengono in mente cinque che devo ancora leggere, ma indovinate? Ben quattro articoli sono nel mio carrello di Amazon da qualche giorno e domani andrò in posta a ricaricare la Postepay. Che vi devo dire? Riesco a leggere i libri solo poco dopo averli comprati. Se inizio a lasciarli lì, vengono spostati mentalmente da me in quello che mia madre chiama "il dimenticatoio", e praticamente sono libri che o leggerò tra tantissimo tempo o... mai. E questo è un vero peccato, anche perché sono quasi tutti libri buoni, che valgono.

7. Ogni giorno passo tantissimo tempo su Blogger... e alla fine non pubblico quasi mai. E me ne dispiaccio sempre tantissimo dato che io vorrei fare un sacco di recensioni. Ma in questo periodo sono costretta a leggere i libri che mi hanno assegnato per le vacanze estive, e purtroppo sono noiosi -quindi ci metto un sacco a leggerli-. E questa cosa mi rende tremendamente triste! Vedrete che quando ricomincia la scuola leggerò più libri e pubblicherò più recensioni. Promesso. Pinky swear.

8. Non scriverei mai, mai, MAI, nulla su un libro. Nè evidenzierei qualcosa. Quando in classe dobbiamo fare delle relazioni su dei libri e noto tracce di matita o ancora peggio di penna sulle loro pagine mi viene da svenire. Dio (?) ha creato i post-it: usateli! 

9. Non sopporto quando qualcuno tocca o si mette a sfogliare un mio libro. Potrebbe rovinarlo; mi è già successo: per esempio la mia copia di Eclipse ha una meravigliosa ditata di sporco (non voglio nemmeno sapere che genere di sporco sia) che una mia vecchia compagna di classe ha gentilmente stampato sopra al mio povero libro in una delle prime pagine. Ciao, io ed Eclipse ti odiamo, ciao.

10. Odio vedere nella mia libreria libri che fanno parte di una stessa saga, in diverse edizioni. Per esempio quando il primo libro è rilegato ed il secondo tascabile. Mi sale l'ansia. È una cosa asimmetrica, imperfetta, che stona. Quindi piuttosto che prendere un libro subito in un'edizione qualsiasi preferisco aspettare e magari comprare un'edizione nuova, oppure comprarlo online. 


Vi è piaciuto il TAG? Spero di sì! Siete tutti taggati.
Quanto amo questo tipo di post!
A presto,
Sara

2 commenti:

  1. brava hai fatto anche tu il tag *^* anche io purtroppo continuo a comprare, comprare, comprare ç__ç ho un sacco di arretrati! D:

    RispondiElimina